NewsRassegna StampaSenza categoria
[ 9 Agosto 2013 by life 0 Comments ]

Salina è di musica e di moda con Mare Festival

MESSINA (9 ago ’13) – 15 film, 70 ospiti fra registi, attori, scrittori, cantanti, musicisti, 12 modelle, 3 concorsi: questi i numeri di MareFestival, che ha chiuso la II edizione con un bilancio felice per l’isola di Salina, riempita di musica, cinema, moda e soprattutto turisti. E’ Ketty Ragno la vincitrice del concorso canoro, in partnership con “Casa Sanremo” e Cristina Di Siero Miss MareFestival, che sarà testimonial del progetto Messina a Sanremo nel febbraio 2014. La prima si esibirà nel salotto esclusivo della cittadina ligure allestito al Palafiori, a pochi passi dall’Ariston, dove giornalisti, discografici, addetti ai lavori e artisti festivalieri si ritrovano per momenti d’intrattenimento ed eventi collaterali: una vetrina mediatica prestigiosa, promossa dal Gruppo Eventi, presieduto da Vincenzo Russolillo. A premiare la concorrente Giuseppe Contarini, rappresentante per la Sicilia del consorzio, che ospiterà anche nella prossima edizione un’iniziativa “made in Messina” organizzata dall’associazione Prima Sicilia, in collaborazione con la Camera di Commercio. A mettere la corona di Reginetta di bellezza alla modella più votata, la Miss Mondo Italia Jessica Bellinghieri, madrina della kermesse promossa dal direttore artistico Massimiliano Cavaleri e da Francesco Cappello e Patrizia Casale.
Durante la sfilata, la premiazione di Annamaria Spina, fra i protagonisti di “Baci Salati”, commedia corale di Antonio Zappalà in uscita nelle sale in autunno e in anteprima nazionale per MareFestival: ambientato negli anni ’60 mescola storie, equivoci, fraintendimenti di personaggi interpretati da Sandra Milo, Giusy Buscemi, Clayton Norcross (Thorne Forrester di Beautiful), Monica Scattini, Angelo Russo, ecc. La Spina ha ricevuto il MareFestival 2013, realizzato da Costa Gioielli, e parlato del suo impegno nel sociale: la proposta di una legge per rendere più severe le pene dei reati contro la donna (femminicidio, stlaking, violenza, percosse). Premiati alcuni imprenditori salinoti: i giovani Pietro Bucca e Dario Zucchini di Salinando, uno dei portali più seguiti delle Eolie, e Carolina Ravesi dell’omonimo Hotel, una “chicca” nel Comune di Malfa.
La piazza di Santa Marina si è animata con la musica del gruppo No Stop Music, composto da Carmen Naselli (voce), Gabriele Papalia (voce e chitarra),
Marco Briguglio (tastiere) e Roberto Di Marco (batteria), che hanno spaziato dal pop al rock, dalla leggera al blues; in apertura, Nero Zero, interprete di Renato Zero, che ha divertito il pubblico per l’incredibile somiglianza col noto cantautore e per l’originalità nel cimentarsi in grandi successi come Mi vendo, Il triangolo no, ecc.
Spazio alla solidarietà con il Centro Clinico Nemo Sud, eccellenza a Messina per le malattie neuro-muscolari: il direttore, prof. Giuseppe Vita, ha parlato del primo anno di attività: un video di com’è adesso preceduto dallo spot con Maria Grazia Cucinotta, girato quando ancora il padiglione B del Policlinico aveva lavori in corso propedeutici per la realizzazione della struttura.
Cavaleri ha annunciato le nuove date accanto al sindaco Massimo Lo Schiavo, particolarmente felice di aver patrocinato la manifestazione insieme con Ministero dell’Ambiente, ARS, Camera di Commercio di Messina: 1-5 agosto ’14. Intanto a settembre “MareFestival Il Film”: un’ora che riassume i momenti più belli filmati da Antonio Grasso di Karamella, già su You Tube: dal Massimo Troisi Day con la Cucinotta e Nicolas Vaporidis ai party by night al Portobello Lounge Bar, Rapanui, Club Halgoduria.
A proposito del diverbio tra Comuni sull’intitolazione di Troisi, riportiamo la dichiarazione su Facebook del sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo, che precisa: “L’idea, subito accolta dalla mia amministrazione, è di Cavaleri, dopo che per 19 anni non si è fatto nulla per ricordarlo. Con il collega Salvatore Longhitano (sindaco di Malfa) non c’è mai stata nessuna guerra. E’ una polemica alimentata dai giornali, che hanno scritto molte inesattezze: in primis, che l’assessore Clara Rametta, qualche settimana prima del Festival, avrebbe parlato con me di un presunto festeggiamento del ventennale nel 2014, cosa non veritiera dato che Mare Festival era programmato già da tre mesi con tanto di delibera di giunta per intitolare la strada, approvazione del progetto della scultura da parte di vari enti e conferenza stampa alla Camera di Commercio. L’articolo apparso sul Corriere della Sera online sembra uno spot per l’hotel Signum, di cui è proprietaria la Rametta, e la scelta di far alloggiare lì l’attrice è stata dell’organizzazione festivaliera. Inoltre in nessun comunicato si è mai detto che la bici dell’installazione è l’originale, ma una simile. Per quanto riguarda infine il paventato imbarazzo della Cucinotta: è rimasta entusiasta della manifestazione, particolarmente emozionante. In segno di gratitudine ha firmato l’Albo d’Oro del nostro Comune con una dedica speciale”.

News
[ 5 Agosto 2013 by life 0 Comments ]

Mare Festival ricorda le vittime di Giampilieri

SANTA MARINA SALINA (5 ago ’13) – MareFestival Salina ricorda le vittime di Giampilieri: stasera alle 20 in piazza Santa Marina la proiezione di “Caldo grigio caldo nero”, docu-fiction del regista e scenografo premio David di Donatello Marco Dentici, già presentata fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia e che ha riscosso notevole risonanza mediatica, data la denuncia sui fatti relativi alla tragica alluvione dell’ottobre 2009 e l’appello di noti personaggi messinesi come Maria Grazia Cucinotta, Nino Frassica e Ninni Bruschetta. La pellicola, prodotta da Diva ed Entr’Acte, alterna filmati e servizi televisivi di quei giorni con la commovente storia di persone coinvolte nell’evento che hanno perso parenti e amici, testimonianze, riflessioni e critiche nei confronti del governo locale, regionale e nazionale, dopo il blocco dei fondi per il dissesto idrogeologico, diffuso anche sul versante tirrenico con i disastri di San Fratello, Barcellona Pozzo di Gotto e Saponara. 

Dentici riceverà il Premio MareFestival Salina 2013: una scultura realizzata dall’artista Sergio Santamarina che raffigura una donna in mezzo alle onde del mare. Insieme con lui sarà premiato il regista Nicola Palmeri, primo classificato nel concorso cinematografico nella sezione documentari con “Lo chiamavano Zecchinetta” sulla storia dell’attore Tano Cimarosa, raccontata attraverso le voci di Giuliano Gemma, Leo Gullotta e tanti nomi del cinema italiano; per la sezione corti, il premio va ad Alessandro Bardani (già nominato ai David) per “Ce l’hai un minuto?” prodotto da Marco e Matteo Morandini; miglior corto Scuola “L’unica soluzione” di Maurizio De Cola; proiezione speciale invece per “The Circle” di Fabio Schifilliti nell’ambito del laboratorio cinematografico del liceo Seguenza in collaborazione con DAMS, premiato con Marco Briguglio di Life Solution, comproduttore del thriller girato a Messina.
La serata sarò conclusa dallo spettacolo teatrale “Labbra serrate” scritto da Renato Giordano per la regia di Cesare Biondolillo: un thriller ironico in cui due killer, modello siciliano e americano (interpretati da Biondolillo e da Giuseppe Lombardo) sono pronti a contendersi una donna sensuale e provocante,  panni vestiti dall’attrice e deputato regionale Alice Anselmo. Nel pomeriggio spazio alla valorizzazione dei prodotti tipici con una gara di cucina eoliana al Club Rapanui, che vedrà protagonisti ospiti festivalieri, turisti e gente dell’isola: un modo per conoscere i trucchi delle ricette dell’arcipelago, grazie alla collaborazione dell’associazione agroalimentare Nonsolocibus.
In occasione del Festival è stato presentato il documentario “Il Carnevale Eoliano”, prodotto da Alberto Bernava e diretto da Francesco Cannavà, le cui riprese partiranno a settembre: l’attrice colombiana Vanessa Zerda ha interpretato una maschera eoliana, che fa parte della tradizionale e antica manifestazione ancora poco conosciuta perché invernale, cui però specie i liparoti sono particolarmente legati. Nel Salone dei Convegni dove si sono svolte le proiezioni l’inaugurazione della mostra di pittura di Lucia Paguni dal titolo “Sentire il mare“; al Club Halgoduria la presentazione del giallo ambientato a Panarea “La Sindrome di Achille” di Francesco Scavino, che ha risposto alle domande della psico-criminologa Simonetta Longo e del consigliere del Comune di Messina Nino Interdonato.
MareFestival, kermesse di musica, cinema, moda e cultura giunto alla II edizione, è promosso dall’associazione Prima Sicilia, in particolare dal direttore artistico Massimiliano Cavaleri insieme con Francesco Cappello e Patrizia Casale, e patrocinato da Ministero dell’Ambiente, Assemblea Regionale Siciliana, Camera di Commercio di Messina e Comune di Santa Marina Salina.

News
[ 4 Agosto 2013 by life 0 Comments ]

Il ritorno della Cucinotta a Salina per il Troisi Day

SANTA MARINA SALINA (4 ago ’13)  – Una giornata memorabile come quella di venerdì a Salina con il Massimo Troisi Day promosso da MareFestival è destinata a lasciare un ricordo indelebile nella gente, anche grazie al ritorno di Maria Grazia Cucinotta, a 19 anni dalle riprese de “Il Postino”, che le diede la ribalta internazionale. L’idea del direttore artistico Massimiliano Cavaleri d’intitolare la porta d’ingresso dell’isola all’attore e impreziosirne lo spazio con un’installazione d’arte contemporanea, che ha privilegiato un elemento narrativo del film come la bicicletta, è stata sposata subito dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Massimo Lo Schiavo. E’ nata così l’opera “Oltre il tempo”, realizzata dallo scultore Antonello Arena, seguito dall’esperto d’arte Saverio Pugliatti, sponsorizzata dagli imprenditori Filippo Miracula e Giuseppe Pedullà: il manifesto originale del film “attraversato” dalla bici, simbolo del romantico e semplice portalettere che ancora oggi rappresenta una delle più belle immagini del cinema italiano. A inaugurarla la “Beatrice” di cui il Postino s’innamora: sbarcata a Santa Marina con la Eolian Queen, nave ammiraglia di Tarnav che ha accolto a bordo gli ospiti della kermesse, la Cucinotta ha vissuto una giornata ricca di eventi: “Con grande gioia ho accettato l’invito di Cavaleri e l’emozione è ancora più forte, perché sono qui con la mia famiglia, ci tenevo a fargli conoscere questo paradiso terrestre cui mi sento fortemente legata”. Il momento più toccante per lei l’inaugurazione della scultura sulle note della colonna sonora Premio Oscar per Luis Bacalov; presenti, tra gli altri, il presidente della Twenty Century Fox Osvaldo De Santis, il soprintendente ai Beni Culturali Salvatore Scuto, il comandante della Capitaneria del Porto Ramaglia. Poi al Club Halgoduria la presentazione del volume “Michelangelo Vizzini fororeporter” curato da Cavaleri, edito da Di Nicolò Edizioni e l’inaugurazione della mostra fotografica “Sulle rotte di Eolo” di Gianmarco Vetrano. Infine cena di gala al Rapanui e lo spettacolo in piazza dedicato al celebre attore, presentato da Cavaleri e Nadia La Malfa: le musiche della pellicola interpretate dal chitarrista Gianluca Rando e dalla cantante Carla Andaloro hanno accompagnato i premi istituiti da MareFestival in memoria di Troisi.

“Talento, sensibilità e bellezza: icona del cinema italiano nel mondo” la motivazione per la Cucinotta, con la quale si è congratulato per telefono il governatore Rosario Crocetta. Il bassorilievo, riproduzione della scultura di Arena, è stato poi consegnato dal segretario regionale Pd Giuseppe Lupo anche a Nicolas Vaporidis “interprete incisivo e ironico del nuovo cinema italiano”; quindi i premi MareFestival2013 agli attori Federica De Cola e Matteo Tosi, al regista già vincitore di Globo D’Oro, John Real e a Santino Ruggera per il documentario “Il Postino…Romanzo di un film”. Dulcis in fundo: una mega torta per ripercorrere le scene e i simboli del capolavoro, preparata per l’occasione dalla cake design artist Francesca Zanghì, premiata dalla Cucinotta. Quest’ultima ha lasciato Salina con l’impegno di ritornavi presto e, prima di congedarsi da Cavaleri, Francesco Cappello e Patrizia Casale, la terna anima di MareFestival, tra firme di autografi e foto coi turisti, ha promesso di esserci ancora, forse già l’anno prossimo.

A proposito della “vis polemica” tra i sindaci dei Comuni di Santa Marina Salina e Malfa Massimo Lo Schiavo e Salvatore Longhitano (quest’ultimo rivendica che il film è stato girato a Pollara), Cavaleri ha sottolineato che la scultura di MareFestival deve essere un momento propedeutico a nuovi eventi legati a Troisi e ha lanciato la proposta del conferimento della cittadinanza onoraria alla bella messinese ambasciatrice nel mondo della migliore Sicilia in occasione dell’edizione 2014 del Festival.

Pace fatta quindi tra i sindaci Lo Schiavo e Longhitano? “Ma non abbiamo mai litigato – dice Lo Schiavo – in una manifestazione organizzata in tempi strettissimi, a corto di risorse, facendo leva sull’entusiasmo di giovani che hanno mostrato talento e professionalità. Fermo restando che in 19 anni Malfa non ha intestato nulla per Troisi; Il Postino ha reso celebre nel mondo tutta l’isola, e non solo Pollara. Chi sbarca con l’aliscafo a Santa Marina si tuffa immediatamente nel ricordo del film”. Del resto che festival sarebbe senza polemiche.