News
[ 26 Giugno 2018 by life 0 Comments ]

Maria Grazia Cucinotta: da Shanghai a Salina per parlare del film su Lamborghini

MESSINA (26 giu) – Maria Grazia Cucinotta è la protagonista assieme ad Antonio Banderas e Alec Baldwin di “Lamborghini The Legend”, ultimo film del regista Bobby Moresco, Premio Oscar per “Crash”, che racconta la storia del celebre Ferruccio Lamborghini: retroscena e curiosità del set internazionale saranno svelati in occasione della VII edizione di “Marefestival Salina – Premio Troisi”, da mercoledì 11 a domenica 15 luglio. Cinque giorni di full immersion nel mondo del cinema cui si affiancano varie iniziative culturali; quest’anno però con una formula completamente rinnovata rispetto alle edizioni precedenti (a partire dal nuovo logo con la bicicletta del Postino) e qualche sorpresa. L’appuntamento eoliano, fin dal 2013, ha come madrina l’attrice e produttrice messinese che in quest’ultima pellicola veste i panni di Annita Lamborghini, moglie di Ferruccio, interpretato da Banderas, mentre Baldwin è Enzo Ferrari. La Cucinotta, in questi giorni in Cina per l’anteprima del kolossal, aprirà come sempre il festival del cinema di Salina mercoledì 11 luglio insieme con illustri registi e attori, intervenendo alla conferenza stampa nella terrazza dell’Hotel Santa Isabel a Malfa e, subito dopo, prenderà parte a un talk show esclusivo al Lido Gharb di Lingua.

Marefestival, appuntamento particolarmente atteso dal pubblico e dai media, grazie al ricco e prestigioso parterre di artisti che, sul palco delle piazze di Santa Marina Salina e Malfa, hanno ricevuto il riconoscimento in ricordo del grande attore napoletano, indimenticabile figura del cinema italiano, da Matt Dillon a Sergio Castellitto passando per Pasotti, Leo, Impacciatore, Autieri, Solarino, Veronesi, Haber, Greggio, Bobulova e tantissimi altri. “Annunceremo i nomi degli ospiti di questa edizione e i dettagli del programma – spiega il direttore artistico Massimiliano Cavaleri – martedì 3 luglio (ore 17.30) al Marina del Nettuno nella consueta serata messinese che lancia il festival”.

Nel 2017 si è registrato il sold out di presenze nelle strutture ricettive dell’isola: Marefestival, evento nato nel comune di Santa Marina Salina con l’amministrazione di Massimo Lo Schiavo e che poi ha abbracciato Malfa, si conferma un evento di forte richiamo turistico, particolarmente apprezzato dagli attuali sindaci Domenico Arabia e Clara Rametta. Anche quest’anno proiezioni di film, tutti usciti nel 2018, incontri a tu per tu con attori e registi, presentazioni di libri, concerti e momenti dedicati al glamour; un documentario speciale della “Fundaciòn Pablo Neruda” (poeta Premio Nobel che ispirò “Il Postino”), ente che ha ricevuto in Cile il Premio Troisi a marzo scorso. “Gli eventi di Marefestival sono gratuiti – ricorda l’organizzatrice Patrizia Casale – abbiamo anticipato le date di circa una decina giorni rispetto al 2017 per aiutare Salina in un periodo non di altissima stagione e lanciare l’estate già a partire dall’11 luglio”.

Oltre ai sindaci e ai rispettivi assessori al Turismo Linda Sidoti e Luciano Sangiolo, saranno presenti il segretario di Prima Sicilia, associazione promotrice dell’evento, Francesco Cappello, la conduttrice Marika Micalizzi, che si alternerà con la collega Nadia La Malfa; il main sponsor Commerciale Gicap Spa, rappresentata dal direttore generale Valentina Caponee dal direttore vendite Giovanni Capone; altri partner, tra cui il CRAL Provincia Messina e l’imprenditore Ivo Blandina, “padrone di casa” del Marina del Nettuno. Guest star della press conference: Davide Riccardo, appena 18enne, unico ballerino italiano del “New York City Ballet”, pronto per ricevere a Salina una Targa Argento per il suo straordinario talento.

Marefestival è patrocinato dai Comuni di Santa Marina Salina e Malfa e si svolge in collaborazione con Commerciale Gicap Spa (QuiConviene.it, Sidis, Sidis 3.0) Caronte & Tourist Spa, Saccne Rete IP,  Gruppo Caselli Formula Tre (Bmw, Mini, Bmw I, Bmw Motorrad, Mercedes e Smart), Adige Car Center, Mohd, Openfiber, Albertour Viaggi e Turismo, Rent Bongiorno, birra Bruno Ribadi, Lido Gharb, Gentile Group Compagnia della Bellezza, Salina Turismo, Martini, Ketty Turano Chapeau, Gioielli Costa, Body’s Confort, Katya Montagna Atelier Chiccosa, Heluna Sicilia da indossare, Le maglie e le stoffe di Giò, I Malandrini, Wind Piazza Cairoli, Explorer Informatica, Acqua Fontalba; gli alberghi Arcangelo, Ravesi, Signum, I Cinque Balconi, Santa Isabel, La Salina Borgo di Mare, La Palma, Il Gelso Vacanze, ‘A Alera, Il Delfino, Le Sette Perle, B&B Eoliano, Salina Apartments, Punta Scario, Bellavista, Casette di Malfa; i ristoranti Tinkitè, Rapanui, Il Gambero, Portobello, Trattoria Cucinotta, U Cucuncio, La Cambusa, La Vela, A Kuadara e Marina del Nettuno.

NewsRassegna StampaSenza categoria
[ 21 Giugno 2018 by life 0 Comments ]

MareFestival Salina sbarca in Cile: il Premio Troisi alla Fondazione Pablo Neruda

Consegnati due riconoscimenti nelle case-museo “La Chascona” e “La Isla Negra”
dove visse il poeta sudamericano, Nobel per la letteratura, che ispirò il film “Il Postino”

SANTIAGO DEL CILE (23 apr) – MareFestival Salina sbarca in Cile per premiare e creare una partnership con la Fondazione Pablo Neruda, nata nel 1986 e dedicata al più grande poeta sudamericano, Premio Nobel per la letteratura nel 1971, che ispirò il film “Il Postino” attraverso il romanzo di Antonio Skàrmeta “El cartero de Neruda”. “Abbiamo consegnato due Premi Troisi – spiega il direttore artistico Massimiliano Cavaleri – sculture realizzate ogni anno dal maestro Antonello Arena che raffigurano il manifesto della pellicola: il primo a Javier Ormeno, responsabile delle collezioni, e Carolina Briones dell’archivio fotografico e audiovisivo della Fondazione a Santiago; il secondo, a Carolina Rivas, direttrice della casa-museo La Isla Negra. E’ stata un’occasione per far conoscere alla comunità cilena la nostra manifestazione e l’isola in cui fu girato il film Premio Oscar e un modo per rendere memoria ad un personaggio straordinario della letteratura cilena”.

La Fondazione è molto attiva sul territorio e promuove iniziative volte a diffondere il patrimonio letterario nerudiano in altri paesi e mantenere vivo il ricordo della sua figura; le sue ville, lasciate in eredità all’ente dalla terza moglie di Neruda, Matilde Urrutia, rappresentano una meta turistica imperdibile per chi visita il paese situato “alla fine del mondo”. Esistono tre residenze – museo visitate ogni anno da milioni di persone: La Chascona che sorge a Santiago, La Isla Negra sulla costa dell’oceano Pacifico e, poco più a nord, la cittadina Valparaiso, patrimonio Unesco, ospita La Sebastiana. Ognuna conserva l’assetto originale con l’obiettivo di ricreare l’atmosfera della vita dell’autore, che fu anche diplomatico, senatore, candidato presidente della nazione nel 1970 e ricevette il premio Lenin per la Pace. Una figura carismatica e poliedrica, amico di celebri artisti come Diego Rivera e Frida Kahlo, abile collezionista di oggetti, polene e preziosità; instancabile “padrone di casa”, amante della buona cucina, del mare e dell’ospitalità. Lo scrittore Gabriel Garcia Marquez lo definì “il più grande poeta del XX secolo, in qualsiasi lingua”; morì nel 1973 poco prima del colpo di Stato del futuro dittatore Augusto Pinochet, che destituì l’allora presidente Salvatore Allende, amico di Neruda.
Nel prossimo anniversario dalla nascita (12 luglio 1904), MareFestival, giunto alla VII edizione dall’11 al 15 luglio, renderà omaggio all’ “artista della parola”, che scrisse oltre 50 libri con la proiezione di un documentario donato dalla Fondazione al Festival e un video a cura dell’archeologo Leonardo Fuduli e montato da Antonio Grasso che racconta la visita e la consegna dei riconoscimenti in Cile e raccoglie le testimonianze e i rigraziamenti dei premiati. MareFestival Salina – Premio Troisi si svolge nei Comuni di Santa Marina Salina (sindaco Domenico Arabia) e Malfa (sindaco Clara Rametta) ed è promosso dall’associazione culturale Prima Sicilia, guidata da Cavaleri, Patrizia Casale e Francesco Cappello.

Nelle foto: Massimiliano Cavaleri consegna il Premio Troisi a Javier Ormeno e Carolina Briones nel giardino de La Chascona a Santiago.